18
Wed, Sep

Carta da parati: guida alla scelta

Carta da parati

Articolo guida sulla carta da parati: tipologie, criteri di scelta, prezzi, calcolo delle quantità necessarie per la messa in posa.

Cos’è la carta da parati?

Conosciuta fin dai tempi antichi per abbellire i muri, oggi è tornata in auge grazie alle tecnologie moderne, le quali, hanno reso possibile la realizzazione di carte da parati molto resistenti e con caratteristiche, sia tecniche che estetiche, le quali, la rendono adatta a ogni ambiente della casa e in grado di soddisfare tutte le esigenze.

Tipologie di carta da parati

La carta da parati, viene commercializzata in rotoli che hanno misure standard: 53 cm in larghezza e 10,05 m in lunghezza. Le misure possono però variare in base alla tipologia. Esistono, infatti, sul mercato, carte da parati realizzate con materiali di pregio, le quali vengono vendute a metro. Ci sono poi pannelli decorativi con fantasie particolari che vengono venduti a disegni.

Vediamo adesso le caratteristiche delle varie tipologie a secondo dei vari parametri di classificazione.

Per prima cosa, le carte da parati, possono essere realizzate con materiali diversi:

  • Cellulosa: Le carte da parati classiche, sono leggere, in unico o in più strati, realizzate in pasta meccanica di cellulosa. Questo materiale, si ottiene sottoponendo la fibra vegetale a processi meccanici. Dopo, la pasta ottenuta, viene disegnata con particolari inchiostri e sottoposta a svariati trattamenti. La carta da parati in cellulosa, teme l'umidità, non è quindi la soluzione migliore per ambienti come cucina o bagno.
  • Vinile: La carta da parati in vinilica, è costituita da uno strato di TNT (tessuto non tessuto) o di carta, ricoperto da uno strato in PVC su cui viene eseguita la stampa. Si tratta di una carta da parati molto resistente, impermeabile all'umidità. Si adatta, quindi a qualsiasi ambiente della casa. Cucina e bagno compresi.
  • Tessuto non tessuto (TNT): Simile al tessuto ma prodotta con un processo differente dalla tessitura, è molto resistente, durevole nel tempo, lavabile, facile da applicare e rimuovere.
  • Fibre naturali (lino, juta, canapa, cotone ecc.): Questo tipo di carta da parati, viene realizzata incollando un sottile strato di carta, dietro al tessuto su cui vi è la stampa. Si tratta di carte pregiate ma molto delicate e non lavabili.
  • Fibra di vetro: La carta da parati in fibra di vetro, viene realizzata con un'armatura in tessuto, costituita da fibre di vetro. Dalla grande resa estetica, sono idrorepellenti e resistenti all'umidità. Adatte a essere utilizzate in qualsiasi ambiente della casa.

In base alla consistenza, si differenziano in:

  • Carte da parati a foglio singolo: in genere, sono a foglio singolo, le carte da parati in cellulosa o tessuto non tessuto.
  • Carte da parati a strati multipli: sono di questo tipo, le carte da parati in fibra e vinile.
  • In base al tipo di posa in opera necessaria, avremo:
  • Carte da parati da incollare che per essere messe in posa, richiedono di essere incollate alla parete con uno strato di colla.
  • Carte da parati autoadesive, il collante si attiva immergendo il foglio in acqua fredda. Dopodiché, possono essere semplicemente applicate al

In base alle varie caratteristiche tecniche abbiamo:

  • Carte da parati resistenti al fuoco
  • Carte da parati resistenti all'azione dei raggi solari. Non scoloriscono nel tempo e mantengono la vividezza delle stampe.
  • Carte impermeabili, resistono all'acqua e all'umidità. Adatte per essere utilizzate in ambienti come cucina e bagno.
  • Carte traspiranti, per non rovinare la parete sottostante.

Le caratteristiche delle carte da parati, vengono specificate sotto forma di simboli ecco uno schema:

Perché scegliere la carta da parati: vantaggi e svantaggi

Vantaggi:

  • La posa della carta da parati, richiede una preparazione del fondo più rapida rispetto a quanto richiesto per la classica tinteggiatura.
  • La carta da parati, rispetto alla tinteggiatura, ha una durata nel tempo maggiore. Le moderne carte da parati, hanno una durata media che sfiora i 10 anni mentre la
  • tinteggiatura, in media, va fatta ogni 2 o 3 anni.
  • La carta da parati abbellisce gli ambienti con suoi disegni e può nascondere piccoli difetti della parete sottostante.

Svantaggi:

  • Rivestire una parate con carta da parati, ha un costo superiore a quello richiesto da una normale tinteggiatura.
  • La posa della carta da parati, per quanto sia possibile eseguirla da soli, è molto più complessa rispetto a una normale tinteggiatura.
  • Se la carta scelta non è di buona qualità, tende a sbiadire e a rompersi dopo poco tempo.

Quanto costa e dove si compra?

Il prezzo della carta da parati può variare molto in base alla tipologia scelta. Si va da 2 a 10€ al mq. Se ci si orienta verso carte da parati in tessuto, con fantasie elaborate o dipinte a mano, i prezzi salgono ulteriormente. Si può acquistare presso i coloristi ma si trova anche in centri commerciali e negozi per il fai da te.

Quanta ne serve?

Per stabilire quanti rotoli bisogna acquistarne, basta misurare i metri lineari della parete e dividere il risultato per 1,5. Da ogni rotolo standard, infatti, si ottengono 3 strisce, le quali, permettono di rivestire 1,5 m lineari di parete.

Come scegliere la carta da parati

  • La carta da parati con cui rivestire le pareti della nostra abitazione, va scelta in base alle dimensioni, ai colori e all'arredo degli ambienti da rivestire.
  • Per piccole stanze, la scelta dovrebbe ricadere su colori chiari.
  • Per ambienti con soffitto basso, si dovrebbero evitare carte da parati a strisce orizzontali.
  • Una parete con quadri, bacheche o mensole, non va rivestita con carta da parati con disegni molto grandi.
  • Bisogna scegliere una carta da parati lavabile, resistente alla luce, ignifuga ed ecologica. In regola con le attuali normative.
  • Attenzione va prestata al tipo di colori utilizzati. Si devono evitare le carte da parati contenenti vernice con cloruro di polivinile, formaldeide e metalli pesanti.
  • Tutte sostanze nocive per la nostra salute. Meglio scegliere colori al biossido di titanio che hanno la caratteristica di non essere dannosi e di durare a lungo nel tempo.
  • Scegliamo il tipo di adesivo da utilizzare per il fissaggio alla parete, in base alla tipologia di carta da parati scelta. Per una carta impermeabile, va usata una colla fungicida, per una leggera una colla normale, per una sottile una colla trasparente.
  • Evitiamo di posare la carta da parati su pareti che presentano tracce di umido. Prima dobbiamo risolverne la causa se non vogliamo vedere la nostra carta rovinarsi dopo pochissimo tempo.