16
Tue, Jul

Le stufe di mais sono stufe usate per riscaldare sia gli ambienti domestici che quelli di lavoro. Differiscono dagli altri tipi di stufe in quanto bruciano un combustibile insolito: chicchi di mais sgusciati. Nella costruzione e nel principio di funzionamento, assomigliano alle classiche stufe a pellet. Differiscono da queste, essenzialmente, per piccole modifiche alla camera di combustione e più precisamente alla base del braciere poiché il mais che brucia normalmente produce più cenere rispetto al pellet. Alcuni modelli sono progettati per funzionare bruciando sia mais che pellet. Modelli più sofisticati e potenti possono funzionare come una vera caldaia e quindi riscaldare una massa d'acqua che verrà utilizzata come acqua sanitaria e come fluido termovettore per un sistema di riscaldamento che alimenterà o un pannello radiante o un sistema di radiatori di un sistema di riscaldamento a bassa temperatura (pavimento o battiscopa).

Le stufe elettriche sono dispositivi utilizzati per riscaldare ambienti, per lo più interni, che producono calore trasformando l'energia elettrica con cui vengono forniti. Il principio fisico su cui si basa il loro funzionamento è l'effetto Joule, che stabilisce che un conduttore attraversato da una corrente elettrica dissipa energia e quindi produce calore. Per coloro che desiderano maggiori dettagli su questo fenomeno, ecco una breve notazione per ulteriori studi.

I camini a bioetanolo sono caminetti che bruciano l'etanolo come combustibile per produrre calore. Sono generalmente progettati in modo tale da non essere adatti al riscaldamento di appartamenti con un volume elevato. Sono molto comodi e anche particolarmente belli se usati per riscaldare piccoli ambienti (in media circa 125 metri cubi). Infatti, combinano una combustione pulita, così da non aver bisogno di una canna fumaria, il fascino della fiamma per ottenere risultati estetici di grande effetto.

Le stufe di steatite sono stufe ad accumulo di calore, realizzate e rivestite in pietra ollare, utilizzate per riscaldare ambienti interni che producono calore bruciando legna o biomassa legnosa. Il calore, che è inizialmente accumulato nella loro massa consistente, è quindi, con la fiamma spenta, trasmesso alla stanza per irraggiamento e in una piccola parte per convenzione.

Le stufe a legna sono dispositivi che combinano la funzione di produrre calore per riscaldare un ambiente (sfruttando il calore prodotto al loro interno da una reazione di combustione innescata dalla combustione di legno o biomassa legnosa), per scambiare calore e quindi riscaldare un volume d'acqua che, una volta caldo, verrà utilizzata per molteplici scopi.

More Articles ...

Page 1 of 3