27
Thu, Jun

Come costruire un caminetto a pellet

Riscaldamento

Costruiremo il nostro camino a pellet partendo da un apposito inserto prefabbricato. Questi manufatti si trovano facilmente nei negozi specializzati, in quanto, praticamente tutti i costruttori di stufe a pellet ne hanno vari modelli in catalogo. Dal punto di vista dei costi, per portare a casa un apparato di media potenza spenderemo introno alle 2.500€.

 

Se di desidera installare un camino a pellet, il primo passo da compiere, è quello di calcolare la potenza termica necessaria per la nostra abitazione, in questo modo potremo scegliere l'inserto più adatto alle nostre esigenze.

Come calcolare la potenza termica

Per effettuare il calcolo della potenza termica necessaria a scaldare adeguatamente la nostra abitazione, dovremo misurare la cubatura del locale vogliamo scaldare. Il volume si ricava da l prodotto di altezza x larghezza per lunghezza. Per trovare la potenza termica necessaria a scaldare l'ambiente in questione, sarà poi sufficiente moltiplicare il risultato ottenuto per 35. Il risultato ottenuto è la potenza termica necessaria in Kcal. Dividendo questo risultato per 860, otterremo la potenza in Kw.

Una volta scelto e acquistato l'inserto, dovremo poi procurarci tutto il materiale necessario alla realizzazione del camino. Vediamo la lista dell'occorrente.

Materiale necessario per la costruzione di un camino a pellet

  • Malta cementizia premiscelata
  • Malta per intonaci premiscelata
  • Tavelloni
  • Mattoni refrattari
  • Mattoni forati in laterizio
  • Blocchi forati in cemento
  • Mattonelle in ceramica
  • Tubi in acciaio inox per lo scarico dei fumi che si raccordano all’uscita dell’inserto
  • Asse di legno di spessore adeguato per realizzare l’architrave del camino
  • Lana di roccia per coibentare la canna fumaria

Realizzazione di un camino a pellet

  1. Per prima cosa scegliamo la parete a cui andare ad addossare il camino, tenendo presente che, la canna fumaria, dovrò uscire all'esterno sovrastando il tetto.
  2. Una volta scelta la parete, iniziamo creando una base su cui andare a poggiare l'inserto. Ci serviremo di mattoni forati in cemento, mattoni refrattari, tavelloni, mattonelle e malta premiscelata per legare il tutto. Le dimensioni della base dovranno superare di minimo 30 cm quelle del nostro inserto, da ogni lato dello stesso.
  3. Passiamo quindi a ricoprire la base lateralmente con mattoni refrattari e, superiormente, con tavelloni. Avremo cura di riempire i mattoni forati con malta. Sui tavelloni, poseremo un rivestimento di mattonelle, livellando il tutto con la corona di mattoni refrattari.
  4. Sulla base appena creata, poggiamo l'inserto, il quale, dovrà poggiare, per un paio di cm sulla corona di mattoni refrattari. Particolare da tenere ben presente quando si stabilisce il rapporto tra mattoni forati e refrattari.
  5. Procediamo adesso al montaggio della canna fumaria con i tubi in acciaio, facendoli passare per il soffitto. Prestiamo cura nel sigillare bene il tutto e coibentare i tubi con lana di roccia. Proseguiamo rivestendo l'inserto con mattoni forati e completiamo l'opera richiudendo e intonacando dopo aver disposto, superiormente, un'ulteriore corona di mattoni refrattari.
  6. Con le assi di legno, andiamo a costruire l'architrave sagomato e provvediamo a incollarlo sul bordo superiore, dopo averlo fissato al muro. Procediamo quindi con la costruzione della cappa con i tavelloni. Intonachiamo e rivestiamo con pietra.

Durante l'iter realizzativo, dobbiamo ricordarci di prevedere il passaggio attraverso la muratura, del cavo elettrico necessario per l'alimentazione dell'inserto. Inoltre, bisognerà prevedere un altro foro per la bocchetta di areazione.

Importante è prevedere infine un'apertura nell’ambiente da riscaldare, la quale, dovrà essere in comunicazione con l’esterno. Questo accorgimento servirà a rimpiazzare l'ossigeno che viene consumato con la combustione.