19
Fri, Apr

Stufe a legna ventilate: caratteristiche, modelli e prezzi

Riscaldamento

Le stufe a legna ventilate, sono stufe pensate per il riscaldamento degli ambienti domestici e, come lo stesso nome suggerisce, utilizzano come combustibile la legna. Esistono tuttavia anche dei modelli alimentati a pellet, biomasse e cippato.

 

Caratteristica di questo tipologia di stufe, è quella di trasmettere la maggior parte del calore per convenzione. In pratica scaldano l'ambiente domestico essenzialmente tramite i moti convettivi di un flusso d'aria, il quale, viene scaldato per contatto con la camera di combustione diffondendosi, successivamente nell'ambiente circostante. La circolazione dell'aria calda può essere facilitata anche dalla presenza di apposite ventole. In ogni caso, una certa parte del calore generato, sarà trasmesso all'ambiente circostante tramite irraggiamento e sotto forma di radiazione infrarossa.

Tipologie di stufe a legna ventilate

Questo tipo di stufe si suddivide essenzialmente in due grandi categorie:

Stufe ventilate a convenzione naturale. Sfruttano, per la diffusione del calore nell'ambiente, i moti convettivi che si sviluppano naturalmente a causa delle differenze di temperatura dell'aria circostante. Non utilizzano quindi ventole o canalizzazioni per muovere la massa di aria calda ma lasciano che il processo avvenga naturalmente.

Stufe ventilate canalizzate. Utilizzano opportune canalizzazioni raccordate con uscite secondarie dell'aria calda ventilata. Le canalizzazioni permettono di scaldare ambienti attigui a quelli a cui la stufa è installata. In questo caso potrebbero essere necessarie ventole e aspiratori per favorire la circolazione dell'aria calda nelle canalizzazioni. Dovendo scaldare un volume d'aria notevole, questa tipologia di stufe deve essere dotata di una potenza termica notevole e, dunque, anche di una camera di combustione abbastanza grande.

Caratteristiche e funzionamento

Le stufe a legna ventilate, in genere, hanno struttura realizzata in metallo con forma che richiama quella di un parallelepipedo. Alcuni modelli, a fini estetici e funzionali (aumentare la capacità di accumulo di calore) sono rivestiti con maioliche. Le dimensioni di questa tipologia di stufe possono variare di molto da modello a modello. A determinarne la dimensione, concorre, in maniera determinante la potenza termica, ossia il calore generato in un'ora di funzionamento. Ovviamente questo sarà strettamente legato alla capacità della camera di combustione, aumentando di potenza con l'aumentare delle dimensioni di quest'ultimo componente.

Le parti principali di una stufa a legna ventilata sono:
  • Camera di combustione. Si tratta in pratica del cuore dell'apparato. All'interno di essa avviene la combustione e, in genere, è realizzata in metallo e presenta un'apertura frontale attraverso cui si può procedere al caricamento della legna. La camera di combustione è ermeticamente chiusa da una lastra in vetro resistente al calore. Questo rende possibile godere dello spettacolo della fiamma che brucia con il massimo della sicurezza.
  • Sistema di circolazione dell’aria comburente che viene addotta alla camera di combustione. In base allo schema costruttivo di tale componente, varierà il modo in cui la combustione viene consumata all'interno della stufa. Il sistema che garantisce una combustione migliore con gas di scarico minimi, è quello che prevede de flussi distinti d'aria comburente. Il flusso primaria raggiunge direttamente la camera di combustione alla base della griglia su cui viene disposta la legna. Questo flusso d'aria alimenta una prima combustione, detta appunto primaria. Questa combustione, provoca la pirolisi del combustibile legnoso, ossia produzione di calore e conseguente sviluppo di gas: monossido di carbonio e idrocarburi. Il flusso d'aria secondario, opportunamente scaldato e introdotto nella camera di combustione dall'alto, si va a scontrare con i gas derivanti dal primo processo di combustione e li incendia, determinando una seconda combustione. Si ottiene in questo modo maggior calore dalla stessa quantità di legna e minori emissioni di sostanze inquinanti, le quali, si riducono praticamente solamente ad anidride carbonica e vapore acqueo.
  • Sistema di circolazione dell’aria riscaldata. Integrata nella struttura metallica della stufa, vi sono delle aperture attraverso le quali circola l'aria che, entrando a contatto con la camera di combustione, si scalda. Nei modelli più sofisticati, questo processo è facilitato dalla presenza di feritoie posizionate sul top della stufa e da apposite ventole la cui velocità può essere regolata tramite telecomando. L'uscita dell'aria è posizionata nella parte bassa della stufa ed è orientabile attraverso apposite alette. L'aria calda, più leggera di quella fredda, tende a spostarsi verso l'alto. Questo da luogo a un moto convettivo che porta l'aria fredda a essere trascinata all'interno della stufa. In questo modo, la stufa riesce a scaldare in maniera omogenea l'ambiente in cui è collocata. Vi sono inoltre modelli di stufe a legna ventilate, dotate di canalizzazione che permette di diffondere l'aria calda non solo nell'ambiente in cui la stufa è installata ma anche nei locali attigui o sovrastanti.

Vantaggi e svantaggi delle stufe a legna ad aria calda ventilata

Vantaggi:

Usano biomasse come combustibile. L'utilizzo di tale tipologia di combustibili fa si che tale tipologia di stufe non contribuisca all'effetto serra, in quanto, l'anidride carbonica rilasciata nell'ambiente è esattamente uguale a quella sottratta all'atmosfera dalla pianta durante la sua vita. Inoltre si tratta di un combustibile rinnovabile prodotto da scarti di lavorazione che in caso contrario andrebbero sprecati.

Non inquinano. Hanno una combustione molto pulita che da come soli prodotti di scarto anidride carbonica, vapore acque e cenere.

Hanno un buon rendimento. La combustione doppia permette di sfruttare fino in fondo il potere termico del legno e ne riduce la quantità necessaria.

Riscaldano in maniera uniforme. L'aria viene scaldata in maniera omogenea e in questo modo si vengono a ridurre i rischi di formazione di umidità e muffa sui muri.

Svantaggi:

Canna fumaria. Questo tipo di stufe non possono essere installate ovunque necessitando di una canna fumaria e non possono essere spostate da un ambiente all'altro della casa.

Quanto costa una stufa a legna ventilata?

I costi di tale tipologia di stufe possono variare molto in base al modello. Per farvi un'idea potete visionarne vari modelli con relativi prezzi cliccando sul link riportato di seguito.

Stufe a legna ventilate, modelli e prezzi