22
Mon, Apr

Caminetti senza canna fumaria: caratteristiche, prezzi e tipologie

Riscaldamento

I camini senza canna fumaria sono progettati per riscaldare gli ambienti in cui non è possibile installare una canna fumaria. Dove la canna fumaria è quella struttura fatta di tubi metallici o muratura che serve a portare all'esterno di un ambiente chiuso i sottoprodotti di una combustione che si svolge in esso.

Viste le premesse, è abbastanza evidente che i camini senza canna fumaria, devono necessariamente generare calore con:

  • Combustione pulita. Si tratta di un tipo di combustione che non produce sottoprodotti nocivi per la salute umana, in modo che possano essere rilasciati senza alcun problema nell'ambiente domestico.
  • Trasformazione di una diversa forma di energia, per esempio sfruttando l'effetto Joule che trasforma l'energia elettrica prelevata da una presa di corrente comune in calore.

Come funzionano i camini senza canna fumaria?

Come già accennato, è possibile differenziare i camini senza canna fumaria in due categorie distinte:

Camini senza canna fumaria a combustione pulita. Appartengono a questa tipologia tutti i dispositivi che producono calore sfruttando una reazione di ossidazione di un composto di carbonio e che generano solo vapore acqueo e anidride carbonica come sottoprodotti. Questi sono composti innocui per la salute umana e in quanto tali possono essere rilasciati nell'ambiente da riscaldare, rendendo così inutile la canna fumaria. A seconda del carburante utilizzato possiamo avere:

  • Caminetti a bioetanolo o caminetti bio. Sono praticamente stufe che hanno la camera di combustione in vetro antincendio e quindi trasparente in modo da rendere visibile la fiamma che brucia. Sono alimentati con bioetanolo cioè 'alcol etilico ottenuto dalla fermentazione di prodotti agricoli contenenti o sostanze zuccherine come canna da zucchero, barbabietola ecc. o zuccheri complessi: amidi o carboidrati come mais e altri cereali. La reazione di ossidazione dell'etanolo che viene attivata dalla combustione produce solo anidride carbonica, acqua e calore e quindi nessun gas inquinante o fumo o polvere fine e quindi non richiede una canna fumaria. L'unica precauzione richiesta è quella di ventilare la stanza dopo un numero ragionevole di ore di funzionamento per evitare l'accumulo di CO2.
  • Caminetti a gas Queste sono anche stufe che bruciano gas come metano o GPL. Affinché la combustione sia pulita con la produzione di solo acqua, anidride carbonica e calore, il dispositivo deve essere dotato di un catalizzatore. Questo è un dispositivo ceramico attraverso il quale vengono fatti passare i prodotti della prima combustione, permettendo al monossido di carbonio di essere ossidato a biossido di carbonio (anidride carbonica) più calore. Il monossido di carbonio è infatti un gas tossico (rende l'emoglobina del sangue un composto stabile e impedisce lo scambio gassoso della respirazione) e non può essere rilasciato nell'ambiente da riscaldare.

Caminetti elettrici. Basano il principio del loro funzionamento sull'effetto joule. L'effetto Joule stabilisce che un conduttore di resistenza elettrica R (quantità fisica che valuta la capacità di un corpo di lasciarsi attraversare da una corrente elettrica) attraversato da una corrente di intensità I dissipa producendo calore a potenza P = RI2. In breve, i camini elettrici sono stufe elettriche che combinano il calore prodotto con una sorta di effetto scenografico che simula una fiamma ardente. Consistono quindi in una plastica che simula il carbone acceso e le lampade di colore rosso che illuminano i flussi di vapore. La diffusione della luce nelle microscopiche goccioline di vapore rende l'effetto della fiamma danzante. Alla fine, quindi, i camini elettrici piuttosto che un vero e proprio dispositivo di riscaldamento sono arredi che simulano un vero camino.

Caratteristiche dei caminetti senza canna fumaria 

Dalla descrizione dei vari tipi di camini senza canna fumaria è chiaro che questi costituiscono una categoria alquanto eterogenea e che quindi ogni tipologia avrà le sue caratteristiche. Di seguito riportiaemo le poche peculiarità che uniscono tutti gli elementi dell'intera categoria:

  • Superfluità della canna fumaria. Come già accennato, i dispositivi funzionano senza bruciare combustibile o se lo fanno, la combustione è pulita.
  • Installazione non vincolata. Non richiedendo un camino fisso, possono essere posizionati ovunque nella stanza e anche essere facilmente spostati.
  • Non sono adatti per riscaldare grandi ambienti. La loro funzione, è principalmente quella di arredare e scaldare l'ambiente in cui sono collocati. Forniscono rapidamente calore ma hanno una potenza ridotta.
  • Diffondono il calore per convezione e radiazione insieme.
  • Realizzazione estetica di medio valore. Avendo tra le loro funzioni i mobili sono generalmente ben fatti e belli da vedere. 

Vantaggi dei camini senza canna fumaria

Sono facili da installare. Poiché non vi è alcuna canna fumaria fissa, generalmente possono essere spostati nella stanza come desiderato. Quelli che hanno più limitazioni sono quelli a gas che richiedono un tubo di collegamento del gas.

  • Hanno un'alta efficienza termica e quindi diffondono rapidamente il calore che producono nella stanza. Sono adatti per piccoli volumi (fino a 45/50 metri quadrati).
  • Non rilasciano sostanze inquinate nell'ambiente. La combustione che producono è infatti pulita.
  • Sono facili da usare. Nessuna manovra richiesta durante il funzionamento. Come ad esempio il caricamento continuo di legna.
  • Hanno un'alta efficienza. Tutto il calore prodotto viene utilizzato per riscaldare la stanza e nulla viene perso con i gas di scarico attraverso il camino.
  • Manutenzione minima. 
  • Sono assai belli da vedere.

Svantaggi dei camini senza canna fumaria

  • Hanno costi operativi molto elevati rispetto ai caminetti a legna e pellet. I motori a gas sono i più economici, ma anche i più scomodi.
  • Possono non avere bassi costi di acquisto. Questo costo è determinato non tanto dalla complessità tecnica ma dal design.

Quanto costa un camino senza canna fumaria?

Il prezzo varia al variare delle caratteristiche del camino stesso. Esaminiamo a grandi linee i costi delle tipologie più comuni.

Caminetti a bioetanolo. Hanno una vasta gamma di prezzi che vanno da poche centinaia di euro (150/200 euro) per i modelli più semplici a 5000/6000 euro per i modelli più complessi progettati da designer.

Caminetti a gas Sono simili per dimensioni ai camini tradizionali e sono quelli più adatti per le funzioni di semplici riscaldatori d'ambiente. I loro prezzi vanno da circa 1000 € a 4000 €.

Camini elettrici. Hanno una vasta gamma di prezzi. I prezzi partono da circa 100€ per i modelli più spartani per arrivare a circa 2000 € per quelli più sofisticati.

Listino prezzi caminetti senza canna fumaria