27
Thu, Jun

Come invertire gli pneumatici da soli

Manutenzione

Se si vuole allungare la vita dei pneumatici, un'operazione essenziale da fare con regolarità, è la loro inversione. Anche se può sembrare un'operazione complicata, in realtà non è così. In un'oretta di tempo, si può riuscire a portare a termine il lavoro.

 

Preparazione alla rotazione degli pneumatici

Prima di iniziare l'inversione degli pneumatici, bisogna posizionare l'auto su un terreno piano e assicurarsi di avere tutti gli strumenti necessari. In verità, non ne servono molti, e la maggior parte li troviamo di serie sulla nostra vettura: crick e chiave per svitare le ruote. L'unica cosa che bisogna procurarsi, sono quattro cavalletti. Oltre a quanto già visto, potrebbe servire anche un cacciavite a testa piatta e dei cunei per fermare meglio le ruote. Durante l'inversione, l'auto dovr'à essere completamente sollevata da terra, è quindi fondamentale avere dei cavalletti altrimenti lasciate stare.

Prima di passare alla rimozione delle ruote e alla loro inversione, controlliamo le dimensioni degli pneumatici. Se sono di dimensioni diverse da anteriore a posteriore, è necessario ruotarli solo lateralmente e non da posteriore a anteriore e viceversa.

La prossima cosa da controllare è il modello. Ci sono pneumatici direzionali e non direzionali. Gli pneumatici direzionali, hanno battistrada con scanalature che incanalano acqua e detriti verso l'esterno. Le gomme direzionali non possono essere cambiate da un lato all'altro. Ad esempio, se un pneumatico direzionale si trova sul lato del conducente, non può essere portato sul lato del passeggero. Deve rimanere sul lato su cui è montato se vogliamo che continui a canalizzare acqua e detriti correttamente. Quindi, in presenza di questa tipologia di gomme, l'inversione potrà avvenire solo da anteriore a posteriore. Di contro, gli pneumatici non direzionali, possono essere utilizzati su entrambi i lati della vettura.

Pneumatici Direzionali

Una volta che identificato la tipologia di gomme che l'auto monta, si può pianificare l'inversione. Per i pneumatici direzionali, si dovrà procedere a un'inversione esclusivamente fronte retro, mantenendoli sul lato in cui sono stati montati dal gommista.

Pnuematici non direzionali

Per i pneumatici non direzionali, il normale schema di rotazione consiste nell'iniziare con il pneumatico del lato conducente e spostarlo verso il lato passeggero posteriore. Il lato anteriore del passeggero sarà sostituito con quello del conducente. Dopo due inversioni, questi pneumatici avranno una rotazione completa.

Suggerimento: contrassegnare le gomme con un gessetto per ricordarne la posizione iniziale.

Invertiamo le gomme

Per invertire le gomme, bisogna parcheggiare l'auto su una superficie piana e azionare il freno a mano. Se l'auto ha un cambio manuale, bisogna inseriamo la prima marcia e blocchiamo le ruote con dei cunei per una maggiore stabilità. Quindi, iniziamo a rimuovere ogni coprimozzo con un cacciavite a testa piatta. Ora, utilizzando la chiave in dotazione con la vettura, e allentiamo i dadi. Non rimuoviamoli del tutto, lo feremo dopo aver sollevato l'auto.

Solleviamo l'auto

Solleviamo ogni lato con con il cric o meglio con un martinetto idraulico e posizioniamo un cavalletto per volta.

Sostituzione degli pneumatici

Una volta sollevata l'automobile e posta sui cavalletti, è possibile rimuovere tutti i dadi prima allentati.

Stacchiamo ogni pneumatico e portiamolo fino all'asse dove si è pianificato che dovrà essere montato. Inseriamolo e fissiamo i dadi.

Serriamo a mano i dadi e abbassiamo l'auto rimuovendo i supporti. Le gomme oscilleranno un po' avanti e indietro; questo è normale, procederemo al definitivo serraggio nel prossimo passaggio.

Ultime operazioni

Una volta che l'auto è tornata a terra, è il momento di rimettere i coprimozzi e serrare i dadi. Per stringerli si utilizzerà il metodo a stella. Si sceglie un dado da cui iniziare il processo e si stringe, successivamente si serra quello di fronte . Si torna quindi al dado da cui si è iniziato, si serra quello accanto, per poi passare al dado posto frontalmente a quest'ultimo. Controlliamo infine la pressione dell'aria e abbiamo finito.