27
Thu, Jun

Come funzionano i sensori di parcheggio posteriore

Manutenzione

Se vi siete mai chiesti come funzionano i sensori di parcheggio posteriori, non siete i soli. Queste piccole meraviglie tecnologiche consentono di parcheggiare con maggiore sicurezza e di rendere più sicura la guida in retromarcia in generale. Rilevano eventuali ostacoli sul percorso del veicolo ed emettono un suono di avviso quando ci si sta avvicinando troppo a un ostacolo. In questo articolo, vedremo nel dettaglio come tutto ciò sia possibile.

 

Come funzionano

I sensori di parcheggio sono chiamti, dai vari produttori, con molti nomi diversi, come, per esempio: Park Distance Control, Park Assist, Parktronic o EPS. Nonostante le tante denominazioni, ne esistono solo due tipologie: a ultrasuoni ed elettromagnetici.

Sensori di parcheggio a ultrasuoni

Questa tipologia di sensori, emettono onde radio o ultrasoniche che rimbalzano sugli oggetti dietro il veicolo, proprio come fanno alcuni animali, usano l'ecolocazione. Le onde di ritorno sono poi registrate e analizzate da un computer all'interno del veicolo. Misurando il tempo impiegato dall'onda per ritornare al sensore e qualsiasi cambiamento nella lunghezza o nello spettro dell'onda, il computer può determinare la dimensione e la relativa vicinanza dell'oggetto dietro l'auto. Più l'onda ritorna rapidamente, più l'ostacolo è vicino. Quando la prossimità è eccessiva, il computer, innesca un segnale di allarme. La maggior parte dei computer e dei sensori sono impostati per non registrare segnalare oggetti sotto una certa soglia di prossimità (di solito da cinque a 15 metri a seconda del modo in cui il sistema è configurato).

Poiché questo sistema si basa sull'uso delle onde sonore, in alcuni casi il sensore non è in grado di rilevare correttamente gli oggetti dietro di sé. Ad esempio, alcuni tipi di superficie possono interferire con il modo in cui le onde sonore vengono riflesse. Questo avviene anche se un oggetto è troppo stretto o piccolo per riflettere correttamente le onde sonore.  Inoltre, poiché un sistema a ultrasuoni funziona utilizzando da quattro a sei sensori singoli montati all'esterno del paraurti dell'auto, vi sono casi in cui gli angoli ciechi o la sporcizia sui sensori stessi contribuirà a un mancanto rilevamento.

Sensori elettromagnetici

Come dice il nome, questi sensori funzionano tramite onde elettromagnetiche. Una striscia ricetrasmittente genera un campo ellittico dietro l'auto, e gli oggetti che soddisfano un certo requisito di massa disturbano quel campo, un rivelatore raccoglie la variazione di tensione e invia le informazioni a un computer. Il computer analizza i dati per determinare la distanza dall'oggetto e poi avverte il conducente con una serie di toni che crescono progressivamente più forte o più veloce quando più il veicolo si avvicina all'ostacolo.

La maggior parte, se non tutti, questi sensori sono montati all'interno del paraurti del veicolo, quindi la sporcizia non interferisce con la capacità di rilevamento del sistema.

Rilevamento di oggetti in movimento

Alcuni sensori di parcheggio sono in grado di rilevare anche gli oggetti in movimento, ma reagiscono in modo pressoché identico. Nel caso di un sistema a ultrasuoni, una volta che un sensore riceve un segnale o un'onda che il computer considera vicini, tutti i sensori sul retro del veicolo inviano un segnale o un'onda simultaneamente. A seconda del sensore che riceve l'onda di ritorno, il computer può determinare se l'oggetto è in movimento o meno. Tuttavia, il sistema continuerà a emettere l'allarme per tutto il tempo in cui l'oggetto si trova all'interno dell'area sensoriale.

Anche i sensori elettromagnetici registrano un ostacolo in movimento allo stesso modo di un ostacolo non in movimento se abbastanza vicino. Questi sensori reagiscono solo agli oggetti che si avvicinano al paraurti, quindi gli accessori fissi come i ganci di traino non fanno scattare continuamente l'allarme, quindi un oggetto in movimento, come una persona, fa scattare l'allarme fino a quando non esce dal campo di rilevamento.

Come installare i sensori di parcheggio

Puoi installarli da solo seguendo la guida sull'installazione fai da te dei sensori di parcheggio.